ARCHIVIO STORICO CIOCCOLATOMODICA.IT | 2008-2014

In questa pagina potrete trovare tutte le notizie che abbiamo pubblicato dal 2008 al 2014.
Troverete l'ultima news già aperta nella prima pagina, le restanti, sono disposte subito dopo, in ordine dalla più recente alla più obsoleta, distribuite per pagine da 15 notizie ciascuna.
Buona lettura!



 


Indice delle notizie della pagina 5

Scegliete il paragrafo che più vi interessa dall'indice seguente e cliccateci sopra, una volta aperto, la pagina scenderà automaticamente per posizionarsi su di esso. Per chiudere il riquadro utilizzare l'apposito pulsante nell'angolo in basso a destra del box.
Buona lettura...


 



Vai alla pagina:  7  -  6  -  5  -  4  -  3  -  2  -  1


 

Mercatini di Natale

Pubblicato il 26 Ottobre 2010

Mercatini Natale

Dal 6 Novembre al 12 Dicembre 2010
Mercatini di Natale
Piazza Umberto a Caltagirone
Artigianato, addobbi natalizi, presepi, prodotti tipici, Dolci, enogastronomia, artigianato extraeuropeo e tanto altro ancora....

vienici a trovare

Chiudi

CHOCOVILLAGE 2010 - 4° Salone del Cioccolato

Pubblicato il 20 Ottobre 2010



scarica il pdf   Scarica la locandina dell'evento




Fine Chocolate Organization

International Press office

Via Francesco Briganti 93 - 06127 Perugia (Italy)

Office: +.39.075.50.51.681

Fax: +39.075.90.33.145

Mailto: press@finechocolate.org

 

Organizzazione: Soc. Coop. "L'Arte del Cioccolato"
Segreteria: Via Ovidio, 38
66034 Lanciano (CH)
Tel. e Fax 0872 729079
chocovillage.lanciano@gmail.com
www.chocovillagelanciano.it

Chiudi

Il brevetto italiano che trasforma il letame in elettricità

Pubblicato il 20 Ottobre 2010

Una storia vincente di economia verde

IL BREVETTO ITALIANO

CHE TRASFORMA IL LETAME IN ELETTRICITÁ

L’azienda piemontese Marcopolo ha brevettato un impianto di “biomasse zootecniche” per trasformare gli escrementi animali in energia. Già due gli impianti avviati. Obiettivo: aprirne venti per produrre 20 MW di elettricità. Un risparmio di 300 barili di petrolio ogni giorno.

 

Cuneo, 16 Ottobre – De André recitava: “Dal letame può nascere un fior”. Qui si parla di elettricità. Un po’ più prosaico, ma la sostanza non cambia poi molto: le deiezioni animali – termine tecnico per indicare le loro “cacche” – possono essere trasformate in energia elettrica. Ottenendo tre risultati: si riduce la dipendenza da fonti fossili, si evita l’emissione in atmosfera di anidride carbonica e si risolvono i problemi di molti agricoltori che non sanno cosa fare degli escrementi dei loro animali.

 

L’idea ha radici ormai trentennali ed è stata raccontata durante l’VIII Forum Internazionale dell’Informazione per la Salvaguardia della Natura “People Building Future” organizzato dall’associazione Greenaccord a Cuneo.

 

A fine anni ‘70 un allevatore di bovini di Cuneo, Antonio Bertolotto, si trovò nella necessità di risolvere un problema molto concreto: la legge Merli infatti fissò dei limiti alla quantità di liquami animali spargibili nei campi. Per gli allevatori, un problema non da poco, perché senza terreni sufficienti dovevano ridurre il numero di capi di bestiame. Bertolotto inventò un impianto di “biomasse zootecniche”, potenzialmente in grado di trattare gli escrementi animali e di trasformarli in energia elettrica.

 

Troppo futuristico per l’epoca: la rete e le leggi non prevedevano la possibilità di recuperare energia in tal modo. La sua azienda – la Marcopolo – si buttò allora nel settore rifiuti: nelle discariche si produce infatti biogas assai dannoso per l’ambiente, che quindi va distrutto. La risposta della Marcopolo fu quella di brevettare impianti da affiancare alle discariche, per bonificarle e produrre energia verde.

 

“Questa è la vera energia verde – tiene a sottolineare Alessia Bertolotto, che di Antonio è figlia e siede oggi nel CdA della società – perché oltre a produrre kwatt puliti elimina gas dannosi per l’atmosfera e per la salute umana”. Il biogas non trattato, infatti, finisce nell’acqua piovana e quindi, ricade sulle colture che finiscono nei nostri piatti. Qualcosa di simile avviene con il letame: gettato in quantità eccessiva nei campi, li brucia e crea un danno enorme. La Marcopolo prende il letame in eccesso (per la felicità degli allevatori, non più costretti a “tagliare” sul numero di capi) e lo inserisce in un ciclo chiuso. Nei suoi impianti viene “trattato” e trasformato in una risorsa, due volte positiva: serve per produrre energia che alimenta aziende e abitazioni. Inoltre, addizionato di microorganismi (rigorosamente non Ogm) diventa “ammendante”: in pratica un concime di qualità (il suo nome è Humus Anenzy) che “bonifica” i campi eliminando le sostanze chimiche presenti nel terreno a causa di massivi usi di diserbanti, concimi chimici, fitofarmaci e monocolture spinte.

 

Una strategia che ha ottenuto il plauso anche delle associazioni ambientaliste (Legambiente l’ha inserita tra le politiche virtuose, segnalate nel suo rapporto Comuni Rinnovabili 2010). All’inizio dell’anno è partito l’impianto di Alessandria e il 5 luglio è stato inaugurato un altro a Vignolo (Cuneo). I primi due di un pacchetto di venti, che l’azienda ha intenzione di attivare per produrre 20 MW di energia elettrica. Ciò permetterà di distruggere, ogni ora, 5mila metri cubi di biogas, di evitare 70 tonnellate di Co2 e di alimentare 68mila abitazioni private. Per la bolletta energetica nazionale, significherà un risparmio di quasi 300 barili di petrolio ogni giorno.

 

 

Greenaccord Press Office

Angelo Sferrazza (Chief) mobile +39.338.653.75.34

Martina Valentini mobile +39.338.91.80.001

Mailto: press@greenaccord.it

 

International Secretariat

00187 Rome, Via del Carmine 3

Phone +39 06 62 29 09 51

            +39 06 83 60 39 50

Mailto : segreteria@greenaccord.org
Chiudi

Caterina Aidala Project

Pubblicato il 11 Ottobre 2010

PERSONALE DI PITTURA
08 ottobre/08 novembre 2010 

Centro di NOTOrietà / Ex Collegio dei Gesuiti

Corso Vittorio Emanuele, 91 - Noto Sr
 
orari di apertura 19.00/22.00
chiuso il lunedi
 
INGRESSO LIBERO



Aperitivo con l'artista Venerdi 08 Ottobre alle ore 20.00

alla presenza del Sindaco di Noto Avv. Corrado Valvo

 

 

Presentazione Critica: Giovanna M. BASILE

A cura di: Vincenzo MEDICA
Gestione: NotArte artisti associati del Val di Noto

Allestimenti: Studio BARNUM contemporary - Noto - www.studiobarnum.it



 

CATERINA AIDALA          nasce a Sidney (AUS) nel 1963; ritorna in Sicilia, sua terra d’origine, dove compirà gli studi classici completando la sua formazione all’Accademia di Belle Arti di Catania negli anni 90.

Il suo percorso è originale all’interno dell’arte informale dalla quale ha attinto e alla quale restituisce la sua opera, estremamente personale e incisiva nel panorama artistico attuale.

Dagli anni novanta in poi ha partecipato con i suoi lavori a mostre personali e collettive: a Catania presso il Centro “Voltaire”, la Galleria/Libreria Cavallotto, Metrò, Oxidiana; nel 2008 a Milano con la personale “Mater Materia”e a Taormina (collettiva internazionale); nel 2009 a Barcellona (SP), assieme a 15 artisti nazionali ed internazionali; nel 2010 in collettive nazionali e  internazionali a Catania, in Sardegna e di nuovo in Spagna a Sabadell (Barcellona - SP).

 

 

 PROJECT     mostra tutte le opere del suo percorso artistico. La sua ricerca è da sempre attratta da materiali differenti che, estrapolati dal proprio contesto, si compongono e si stratificano, si lucidano e si graffiano cercando e formando nuovi significati, nuove armonie e ritmi della superficie pittorica che diventa pagina da leggere  e da rileggere. L’artista continua il suo lavoro volto ad una ricerca espressiva che trova ampio spazio e riconoscimento nel linguaggio dell’arte internazionale contemporanea.                                                              G. M. Basile

 


Si ringrazia:  Marisa Meli, Nicola Conticello, Costanza Messina.
INFO MOSTRA: 347 6390763     www.notarte.it


CATERINA AIDALA

VIA DEL BOSCO,128

95125,CATANIA

TEL.  3200254500

aidala@libero.it

 


 

 

 “L'amore è una forza selvaggia. Quando tentiamo di controllarlo, ci distrugge. Quando tentiamo di imprigionarlo, ci rende schiavi. Quando tentiamo di capirlo, ci lascia smarriti e confusi..."                                      [Paulo Coelho - Lo Zahir]

 
 


 
Questa newsletter è inviata a più di 3500 utenti, tra artisti, galleristi, critici, professionisti, o semplici appassionati d'arte.
Se non vuoi più riceverla basta scriverci "CANCELLAMI".

 

 

This newsletter is sent out to more than 3500 users, artists, gallerists, criticians, art professionals or just art lovers.
If you don't want to receive it any more, reply writing "CANCEL".


_______________________________________
Vincenzo Medica   architetto designer
Studio Barnum   contemporary
NotArte   artisti associati del Val di Noto
Centro di NOTOrietà  Ex Collegio dei Gesuiti
 
via Silvio Spaventa, 4
96017 - Noto - Italy
+39 347 6390763
+39 0931 574797
vimedica@studiobarnum.it
Chiudi

L'Italia dei Golosi si riunisce a Lanciano

Pubblicato il 25 Settembre 2010

Save the date: Lanciano 29 Ottobre – 1 Novembre 2010

L’Italia dei Golosi si riunisce a Lanciano

Un viaggio al centro del gusto

 

 

scarica il pdf   Scarica la locandina dell'evento



Lanciano 23 Settembre - Dal 29 ottobre al 1 novembre 2010 è in programma in Abruzzo, a Lanciano (CH), il CHOCOVILLAGE , il quarto Salone del Cioccolato. La manifestazione (mostra-mercato), ospiterà i migliori maestri cioccolatieri italiani che daranno vita a corsi, dimostrazioni ed animazioni, per permettere a curiosi, turisti ed amanti del dolce cioccolato un goloso viaggio alla scoperta del prezioso “oro nero” italiano.

 

L’evento, giunto alla sua quarta edizione, si caratterizzerà per la veste dinamica e trasversale con un solo obiettivo, quello di favorire ed accrescere nei visitatori la conoscenza del buon cioccolato artigianale di qualità, con percorsi di gusto e degustazioni guidate, per un nuovo goloso approccio al cioccolato.

Chocotester d’eccezione, madrina e responsabile delle degustazioni, sarà Monica Meschini. Monica, esperta in Food&Beverage e Chocolate Tasting, e giudice della London Academy of Chocolate, proporrà degustazioni dedicate ai mille abbinamenti del cioccolato, da quello con il the a quello con il sale, dalle spezie ai distillati

 

Grande spazio alle iniziative di spettacolo: una golosa “Chocodama” aspetterà i ghiotti giocatori, laboratori guidati aspettano i più piccoli per le lezioni di Mirco Della Vecchia, maestro artigiano cioccolatiere vincitore di più Guinness World Record negli ultimi 5 anni e nel 2010 per la scultura più alta del mondo in cioccolato e Gastone Costantini, artista di pittura figurativa che coinvolgerà grandi e piccini nel laboratorio "L'isola della fantasia", aprendo una finestra sui volti e i luoghi dell’Abruzzo da salvaguardare.

Silvio Luciani, parrucchiere vincitore del Trend Vision Award edizione 2008 e 2009, realizzerà acconciature con decorazioni al cioccolato. In collaborazione con A.I.B.E.S. sarà realizzato un concorso interregionale per i migliori cocktail al cioccolato.

 

Nel corso della manifestazione, inoltre, tutti i cioccolatieri presenti concorreranno con un proprio elaborato per il titolo "Miglior tavoletta al cioccolato fondente", che sarà assegnato da una giuria di Maestri cioccolatieri, degustatori ed esperti del settore.

 

Un ampio viaggio alla scoperta dei migliori cioccolati d’Italia sarà proposto per tutta la durata dell’evento negli stand che animeranno il circuito cittadino.

 

Per maggiori informazioni: www.chocovillagelanciano.it

 

 

Segreteria Organizzativa

Tel. 0872.430.64 Paola De Pillo – Federica Rosi

chocovillage.lanciano@gmail.com

 

Ufficio Stampa

Cell. 393.998.54.35

Cell. 338.91.80.001

Chiudi

KALAT campionaria

Pubblicato il 17 Settembre 2010

Manifesto Pubblicita Kalat Thumb

Manifesto dell'evento.

Chiudi

Foto dell'evento Chocoandino

Pubblicato il 2 Settembre 2010

Anche se in ritardo, pubblichiamo le foto scattate alla manifestazione Chocoandino, fornite dal Sig. Andrea Iurato della ditta Casalindolci
Le potete trovare qui: Foto dell'evento


Chiudi

A Genova il 23 e 24 ottobre grande evento sul cioccolato

Pubblicato il 2 Settembre 2010

A Genova il 23 e 24 ottobre p.v. grande evento sul cioccolato patrocinato da Regione Liguria, Provincia e Comune di Genova. Se interessati tutte le informazioni sul sito www.prolococornigliano.it

Chiudi

"Rock dei Conti", all'Auditorium di Marina il 1° festival hard rock della provincia di Ragusa

Pubblicato il 14 Agosto 2010

Locandina Rock Dei Conti

“Rock dei Conti”, all'Auditorium di Marina il 1° festival hard rock della provincia di Ragusa

 

Venerdì 27 agosto alle ore 20 all'Auditorium Mediterraneo di Marina di Modica si terrà “Rock dei Conti”, il primo festival dedicato all’hard rock nella provincia di Ragusa, organizzato dall'associazione “Music tech – Advanced school of music”. 

Il festival intende porsi come un punto di riferimento per questo genere musicale poco presente nel panorama degli spettacoli nella provincia iblea, associando ai concerti anche altre forme di intrattenimento.

«L'intenzione degli organizzatori - spiega Giorgio Calabrese, chitarrista degli Ancient Rimes, band “headliner” della serata - è quella di creare un festival che possa crescere anno dopo anno, sviluppato su più giornate, in grado di coinvolgere non solo band locali ma anche importanti personalità della scena nazionale. Ci piace pensare questa iniziativa come un'occasione per gli amanti del rock e del metal per ascoltare buona musica, conoscere le band della provincia, spesso sconosciute, e divertirsi responsabilmente».

All'interno dell'Auditorium, infatti, saranno presenti stand informativi sulla sicurezza stradale e sul consumo responsabile di bevande alcoliche. È previsto anche uno stand promozionale aperto a tutti i musicisti che vogliano presentarsi al pubblico della serata.

Aprirà il festival la cover band modicana Hinithil, che eseguirà pezzi storici dell'hard rock e dell'heavy metal anni Ottanta. Seguirà l’esibizione dei Kiss Fucktor, al loro debutto in Sicilia: energia pura e abiti di scena esuberanti per rendere omaggio ai Kiss, la rock band statunitense che ha segnato le tappe del glam rock e dell'hair rock. Chiuderanno la serata gli Ancient Rimes, tribute band degli Iron Maiden, che utilizzeranno sul palco una scenografia in perfetto “Maiden style” firmata da Davide Ariali, tra obelischi e mummie egizie con il volto di Eddie, celeberrima “mascotte” degli Iron Maiden, adagiate su una muraglia di geroglifici lunga oltre venti metri.

Il festival è realizzato con il patrocinio del Comune di Modica, dagli Assessorati alla Viabilità, al Tempo Libero e alle Politiche giovanili della Provincia regionale di Ragusa; main sponsor della serata il Birrificio artigianale “Rocca dei Conti”, Giemmeauto, Cannizzaro Dolce Casa e Creativity Mind. Ingresso gratuito.

 

 

 

Info e contatti:

Giorgio Calabrese

Cell. 320.8943583

www.rockdeiconti.it

info@rockdeiconti.it

Chiudi

Tramonti artistici al NOTARTE festival - NOTO 6 AGOSTO 0RE 20.00

Pubblicato il 6 Agosto 2010

Locandina NOTARTE 2010
settima edizione

 

06/25 agosto 2010
via Nicolaci _ Noto
dalle ore 19.00

Vernissage venerdi 6 alle ore 20.00 in via Nicolaci
con Maria Grazia CUCINOTTA
e Michele CUCUZZA

 


DIREZIONE ARTISTICA: Vincenzo MEDICA
ALLESTIMENTI: Studio BARNUM contemporary - Noto - www.studiobarnum.it

 

HAPPENING SERALE D’ARTE CONTEMPORANEA CON:

Gianni ANDOLINA/Egle ANTOCI/Sebastiano BELLOBUONO/Anna BIALECKA
Amalia BONGIORNO/Giovanna CAMPISI/Salvatore CASTELLINO/Anna CORSINI
Marta FITULA/Francesco FLORIDDIA/Pietro GIANNONE/Paolo GOLINO
Alberto GRANDE/Montserrat GRAU FERRER/Daniela IACONO/Sebastiano LIISTRO
Vincenzo MANTELLO/Paola MINELLO/Concetto MONACO/Patrizia MONTEGRANDE
Maria NANZARELLI/Alessandro NIGRO/Orazio ONORIFICO/Maria Chiara PIZZO
Mimma RAGONESE/Salvatore SCIFO/Studio BARNUM/Galleria TERRARTE
Nunzio UCCIARDO/Paolo VENDETTI/Vincenzo ZIRINO
 

 

EVENTI COLLATERALI:


SABATO 07: Inaugurazione mostra  AREA noto/design
a cura di Officina 134 - Centro di NOTOrietà - Ex Collegio dei Gesuiti - C.so V. Emanuele, 91 - ore 21.00
fino al 07 settembre

LUNEDI 09: GIORDANO GAMBOGI presenta LA STORIA DEL POP-ROCK IN ACUSTICO Piazzetta Landolina, ore 22.00

 

MARTEDI 10: h. 21.00 – LE VIN DE L’ASSASSIN, Bistrot in Ortigia, via Roma 115 - LOCUS AMOENUS
cammini fotografici in Val di Noto, di Vincenzo Medica; info e prenotazioni 0931 66159
 
GIOVEDI 12: h. 21.30 – cortile palazzo Nicolaci, GIOVANNI BELLUCCI, pianoforte - NOTE DI NOTTE festival

 

VENERDI 13: h. 21.00 – cortile palazzo Nicolaci, VIAGGIO IN ITALIA E ANIMA DEI LUOGHI
conversazione tra Louis Godart e Costanza Messina - h. 22.00 – I grandi classici del Jazz e dintorni
The Jazz Lab Ensemble - direttore: Salvatore Torrisi - special guest: Rosalba Bentivoglio
direzione artistica: Giovanni Cultrera
 
DAL 16 AL 22: h. 21.00 – cortile palazzo Nicolaci, PROIEZIONI CINEMATOGRAFICHE - FESTIVAL DEL PAESAGGIO
Paesaggi all’italiana/Sud-Est in scena - a cura di Costanza Messina

 

VENERDI 20: 21.00 – cortile palazzo Nicolaci - DIVENTERA’ BELLISSIMA - FESTIVAL del PAESAGGIO
conversazione tra: Walter Veltroni, Fabio Granata e Antonio Ingroia, modera Gioacchino Bonsignore

 

LUNEDI 23: EX UTOPIA (tratto da "Memoriale" di Paolo Volponi) di e con Salvatore Tringali,
partecipa Sebastiano Adernò. Musiche dal vivo, composte ed eseguite da:
Fabio Barbagallo, Corrado La Marca, Tino Nastasi. ORE 22.00 piazza Landolina

 

MARTEDI 24: 21.00 – cortile palazzo Nicolaci - proiezione di "IBLEI. STORIE E LUOGHI DI UN PARCO"
un documentario di Vincenzo Cascone - Italia 2010 (62') - prod. Argosoftware/Extempora

 

 

 

Nel cuore della Noto barocca ci s’immerge nel paesaggio contemporaneo. Sotto i balconi più belli del Val di Noto, quelli del Palazzo del Principe Nicolaci e della Casa Museo Modica di San Giovanni, si svolge ogni sera il rito della composizione del tappeto visivo, ad opera degli artisti del NotArte festival che quest’anno è ricco di eventi e di nomi importanti.
Ritengo che Noto stia vivendo un momento particolare in cui l’arte contemporanea gioca in tutti i campi, un ruolo sempre più importante. Questo Festival permette alla città di vivere la contemporaneità aldilà della propria identità barocca, sapendo anche guardare al futuro, e indagando tutti i campi della libera espressione creativa. Esso si basa infatti sull'interazione di musica, installazioni, pittura, fotografia, scultura, teatro, poesia e video.
Il ritmo scandito all'interno dell'happening serale, dalla molteplicità dei colori delle opere esposte, oltre che dalla numerosa partecipazione attiva dei visitatori, costituisce un percorso sospeso e leggerissimo, in una realtà ricca di suggestioni e nuove sensazioni.
L’evento s’incastra all’interno di un ventaglio di attività del Festival del Paesaggio, guidato da Costanza Messina; questo ha influito sulla scelta del frame che cambia ogni anno, per definire una nuova atmosfera e nuovi contenuti, rimanendo invariato lo stile e la ricercatezza che hanno fatto sempre confermare il successo degli eventi di NotArte, proposti durante l’anno presso l’ex Collegio dei Gesuiti; TRAMONTI ARTISTICI A SUD EST perchè tutto avviene alla fine del giorno, nelle ore dell’ozio e del divertimento, accolti da un grande sipario urbano verde, che trasforma tutto in performance.
                                                      
                                                                                                                                                          Vincenzo Medica

 

 

 

SI RINGRAZIA:
Ass. Regionale Turismo Comunicazioni e Trasporti, Sen. Nino Strano;
Vicepresidente Commissione Nazionale Antimafia, On. Fabio Granata
Presidente Provincia Regionale di Siracusa, On. Nicola Bono
Ass. Provinciale Turismo e Spettacolo, Gaetano Amenta
Consigliere Provinciale, Massimo Prado
Sindaco di Noto, Avv.Corrado Valvo
Festival del Paesaggio, Costanza Messina
Modica di San Giovanni_Cantina con uso di cucina_ via Nicolaci
R.T.I. Arato - Neathon

Le Vin de L'Assassin - bistrot - Siracusa
 
 
 
 
_______________________________________
Vincenzo Medica   architetto designer
Studio Barnum   contemporary
NotArte   artisti associati del Val di Noto
Centro di NOTOrietà  Ex Collegio dei Gesuiti
 
via Silvio Spaventa, 4
96017 - Noto - Italy
+39 347 6390763
+39 0931 574797
vimedica@studiobarnum.it
Chiudi

Comunicazione Eventi NotArte - Noto

Pubblicato il 23 Luglio 2010

NOTARTE festival 2010
Tramonti artistici a Sud Est
Happening serale d'arte varia.
via Nicolaci
dal 06 al 25 agosto dalle h 19.00
a cura di Vincenzo Medica per NotArte artisti associati
allestimenti Studio Barnum contemporary.
 
 
AREA noto/design
Centro di NOTOrietà
Ex Collegio dei Gesuiti
Corso V. Emanuele 91
a cura di Francesco Di Raimondo /Officina 134
Vincenzo Medica /NotArte artisti associati /Studio Barnum contemporary
dal 07agosto al 07 settembre dalle h 18.00 alle 24.00
 
 
ARTinLOUNGE
Artisti in rotazione e intrattenimento
ronco Barone Astuto / via Silvio Spaventa
fino al 31 agosto dalle h 20.00
a cura di Vincenzo Medica per Studio Barnum contemporary e
Dolceria Costanzo.
Chiudi

"La città nascosta", al via il 29 luglio la VII edizione della rassegna cinematografica d'essai

Pubblicato il 23 Luglio 2010

"La città nascosta", al via il 29 luglio la VII edizione della rassegna cinematografica d’essai 

L’elegante cornice dell’atrio comunale (Palazzo S. Domenico - Piazza Principe di Napoli) ospiterà dal 29 luglio al 24 agosto 2010, alle ore 21,30, la settima edizione della rassegna cinematografica “La città nascosta”, organizzata dall’omonimo cineclub con il patrocinio del Comune di Modica e di Caffè Moak. Anche quest’anno il cineclub “La città nascosta”, aderente alla Federazione italiana cineforum, propone un calendario di appuntamenti da non perdere per gli amanti del film d’essai, proiettati rigorosamente da pellicola 35 mm su schermo 16/9 per una visione ottimale. Si parte giovedì 29 luglio con il film “Draquila - L'Italia che trema” di Sabina Guzzanti (Italia, 2010) che fa un’analisi impietosa della situazione in cui versa il nostro Paese, con la sistematica messa in discussione dei principi di legalità e democrazia. Si prosegue giovedì 5 agosto, sempre alle ore 21,30, con il film “Departures” del regista giapponese Yôjirô Takita (Giappone, 2008) vincitore del premio Oscar nel 2009 come miglior film straniero. “Departures” narra la storia di un ex violoncellista che accetta un’offerta di lavoro "di aiuto alla partenza". Non si tratta di un'agenzia di viaggi, come pensa, ma di un’agenzia di pompe funebri. Un film intenso e delicato che affronta un tema difficile, la morte, con leggerezza e ironia, per parlare soprattutto di vita, di sogni e di riconciliazione con il proprio passato. Giovedì 12 agosto sarà proiettato “Bright Star” di Jane Campion (Australia/ Francia/Gran Bretagna, 2009). La regista di “Lezioni di piano” racconta con eleganza e stile la storia d’amore tra il ventitreenne poeta John Keats e la bella Fanny Browne sullo sfondo dell’Inghilterra di primo Ottocento. Giovedì 19 agosto sarà la volta di “Il tempo che ci rimane” di Elia Suleiman (Gran Bretagna/Belgio/Francia/Italia, 2009). Partendo dai diari del padre, membro della resistenza palestinese, e dalle lettere della madre ai parenti costretti a lasciare il paese, il regista racconta la storia della sua famiglia, dal 1948, anno della creazione dello stato d'Israele, ai nostri giorni: un film surreale e poetico sulla memoria e sulla coscienza di quei Palestinesi che hanno vissuto da stranieri nella loro patria.Chiuderà la rassegna, martedì 24 agosto, “Il segreto dei suoi occhi” del regista argentino Juan José Campanella (Spagna/Argentina 2009), vincitore del premio Oscar 2010 come miglior film straniero. Un caso giudiziario e una storia d'amore, tra noir e commedia, in cui protagonista è il tempo: quello impiegato per risolvere il caso di un omicidio di una giovane sposa, quello che ci vuole per rivivere da vecchi ciò che non si è riuscito a vivere da giovani. 


Info e contatti: Libreria Mondadori Corso Umberto I, 8 - Modica Tel. 0932 945363

Chiudi

Inaugurato a Bogotà il progetto "ChocoAndino"

Pubblicato il 16 Luglio 2010

Il cacao:  una nuova opportunità di sviluppo per i piccoli agricoltori colombiani

Il cacao: una nuova opportunità di sviluppo per i piccoli agricoltori colombiani


Maestri cioccolatieri italiani e produttori di cacao dell’area andina insieme per la filiera corta

 

Bogotà, 12 Luglio 2010 – E’ stato inaugurato oggi a Bogotà con la partecipazione di oltre 400 produttori di cacao e cioccolato dalla Colombia, Perù, Ecuador, Bolivia ed dei maestri cioccolatieri italiani “Chocoandino”, progetto di promozione e coesione sociale e produttiva del cacao e cioccolato andino, promosso dall’Istituto Italo-Latino Americano e Fedecacao, con il contributo della Cooperazione Italiana allo Sviluppo ed in collaborazione con la Fine Chocolate Organization, che proseguirà fino al 17 Luglio prossimo.

Nel corso del seminario inaugurale hanno dato il loro saluto Jose Omar Pinzon Useche, presidente di Fedecacao, Gustavo Arteta, socioeconomico dell’IILA, Rafel Mejia Lopez, presidente SAC, Colombia, Maria Concetta Giorgi del Ministero per lo Sviluppo Economico, Juta Gutierrez de Pineros, SENA e l’ambasciatore italiano in Colombia Gerolamo Schiavoni.

Il progetto, che si concentra sulle produzioni di cacao dell’area andina, ha due obiettivi sostanziali: avvicinare i piccoli produttori locali alle aziende italiane che realizzano prodotti cioccolatieri di alta qualità. E, così facendo, porre le basi per una filiera corta del cacao, costruendo partnership commerciali e nuovi canali di approvvigionamento diretto. La presenza di intermediari che decidono prezzi e impongono i prodotti danneggia infatti sia i piccoli produttori, costretti ad accettare prezzi spesso molto bassi, sia i maestri cioccolatieri, che non possono selezionare personalmente le piantagioni migliori.

Questo scambio culturale, sociale ed economico è di grande rilevanza per la Colombia. Nel Paese si producono infatti 36.118 tonnellate all’anno di cacao. Il cioccolato prodotto nell’area andina rappresenta il 5% della produzione mondiale e, di questo, il 70% viene prodotto con ‘cacao fino de aroma’.

 “Dopo i successi del ChocoLatino in Ecuador e il ChocoCaribe di Santo Domingo, l’IILA su richiesta della Fedecacao, stiamo realizzando il terzo progetto di Coesione Sociale e Produttiva dei piccoli produttori di cacao e cioccolato dei paesi dell’America Latina.” – dichiara Gustavo Arteta, Segretario Socio-Economico dell’Istituto Italo-Latino Americano – “L’evento si svilupperà in vari moduli di lavoro quali la formazione, il trasferimento di know-how,  la creazione di opportunità di commercio e investimento a favore di associazioni o cooperative di piccoli e medi produttori. Un’intensa settimana di lavoro che culminerà con una sessione di formazione pratica in piantagione e con il conferimento del Premio ChocoAndino, istituito in questa edizione per dare un pubblico riconoscimento al  miglior cacao,  al miglior semielaborato di cacao ed al miglior cioccolato  da tazza della regione andina”.

 

“Per il nostro ministero – ha spiegato Maria Concetta Giorgi, della Direzione Generale per le Politiche di Internazionalizzazione del ministero dello Sviluppo economico – è stato ovvio e naturale partecipare a questa edizione del ChocoAndino, perché abbiamo patrocinato il Progetto sin dalla sua nascita e abbiamo constatato i successi conseguiti in soli tre anni sia in Italia che in Latinoamerica. L’obiettivo del ministero è di promuovere e valorizzare nei mercati esteri le eccellenze del Made in Italy e, in particolare, i settori dell’artigianato agroalimentare; così come quella di accompagnarli istituzionalmente nella ricerca delle migliori materie prime e nella realizzazione delle migliori partnership con l’estero”.

 

All’evento prendono parte produttori di cacao e tecnici di Colombia, Ecuador, Perù, Bolivia. Dall’Italia sono arrivati a Bogotà esperti incaricati della formazione delle cooperative locali e una quindicina di piccole e medie imprese artigianali produttrici di cioccolato di altissimo livello, distribuite su tutto il territorio - dalla Sicilia (Modica) al Piemonte (Cuneo, Torino), dal Veneto (Belluno) alla Toscana (Firenze) e all’Abruzzo (Teramo)– riunite nella Fine Chocolate Organization, l’associazione di artigiani creata per promuovere i prodotti italiani di qualità e per una filiera corta del cioccolato artigianale italiano.

Per l’Italia, tra l’altro, il progetto ChocoAndino rappresenta anche una valida opportunità per promuovere l’esportazione di macchinari. Il governo colombiano ha infatti più volte ribadito l’obiettivo di espandere ulteriormente la già fiorente industria nazionale del cioccolato: il paese intende promuovere lo sviluppo del settore, da un lato attraverso il miglioramento della qualità del cacao e, dall’altro, potenziando la produzione, soprattutto artigianale, di cioccolateria e di altri derivati.

La Colombia è oggi il principale paese consumatore di cioccolato pro capite in America Latina, motivo per cui i maestri cioccolatieri italiani saranno i veri protagonisti della formazione mirata ad accrescere la capacità di produrre cioccolato di qualità in un paese che punta molto su questo settore e che intende svilupparlo anche attraverso la diversificazione delle colture.

www.chocoandino.com

 

Ufficio Stampa IILA                                                        Ufficio Stampa Fine Chocolate Organization

Riccardo Scarpa                                                                 Martina Valentini

06 68492222                                                                      075 5051681

stampa@iila.org                                                                 press@finechocolate.org                                

Cell. 328.2017.422                                                             Cell.338.91.80.001

Chiudi

Commento di Giuseppe Stracquadanio sul progetto ChocoAndino

Pubblicato il 16 Luglio 2010

Voglio mettere in evidenza che tra le poche aziende Italiane che sono andate a Bogotà, abbiamo noi una sostanziale rappresentanza e più precisamente sono partiti il Sig. Tonino Spinello della ditta Spinello Dolcipensieri, il Sig. Pierpaolo Ruta della ditta Bonajuto e il Sig. Andrea Iurato della ditta Casalindolci.
Attendiamo il loro ritorno per pubblicare qualche foto dell'evento.


Giuseppe Stracquadanio

Chiudi

Il cacao: una nuova opportunità di sviluppo per i piccoli agricoltori colombiani

Pubblicato il 11 Giugno 2010

Il cacao:  una nuova opportunità di sviluppo per i piccoli agricoltori colombiani

Presentazione all'IILA del progetto CHOCOANDINO

Promuovere la coesione sociale e produttiva  nella regione andina creando nuove opportunità per i piccoli produttori di cacao; migliorare la qualità del cacao e del cioccolato  attraverso la formazione impartita da  maestri cioccolatieri italiani;  creare partnership economico-commerciali e nuovi canali di approvvigionamento. Questo l’obiettivo del ChocoAndino cui parteciperanno  aziende ed esperti  italiani e centinaia  di micro, piccoli e medi produttori colombiani e andini.

Venerdì 18 giugno 2010 alle ore 11,30 , nella sede dell’IILA a Roma in Piazza Cairoli, verrà presentato alla stampa il  Progetto ChocoAndino.  L’Ambasciatore di Colombia a Roma, Sabas Pretelt de la Vega,  presenzierà all’incontro unitamente al Segretario Generale dell’IILA Ambasciatore Paolo Bruni, al Presidente della Fine Chocolate Organization e  ad alcuni maestri cioccolatieri.

Dopo i successi del ChocoLatino in Ecuador e il ChocoCaribe  di  Santo Domingo, l’IILA su richiesta   della Fedecacao, l’organizzazione che riunisce i produttori di cacao della Colombia,  si appresta a realizzare dal 12 al 16 luglio a Bogotà il ChocoAndino, terzo progetto di Coesione Sociale e Produttiva dei piccoli produttori di cacao e cioccolato dei paesi dell’America Latina.  Vari  moduli di lavoro quali la formazione, il trasferimento di know-how,  la creazione di opportunità di commercio ed investimento a favore di associazioni o cooperative di micro, piccoli e medi produttori sono i temi dell’intensa settimana di lavoro che culminerà con una sessione di formazione pratica in piantagione ed il conferimento del Premio ChocoAndino,  istituito in questa edizione per dare un pubblico riconoscimento al  miglior cacao,  al miglior semielaborato di cacao ed al miglior cioccolato  da tazza della regione andina.

 

All’evento prenderanno parte produttori di cacao e tecnici di Colombia, Ecuador, Perù, Bolivia.  Dall’Italia viaggeranno a  Bogotà esperti incaricati della formazione delle cooperative locali nonché una quindicina di piccole e medie imprese artigianali produttrici di cioccolato di eccellente qualità disseminate su tutto il territorio,  dalla Sicilia al Piemonte, dal Veneto alla Toscana, dall’Abruzzo alle Marche,  tutte membri della Fine Chocolate Organization,  l’ associazione  di artigiani creata a seguito  del ChocoLatino del 2007 e che, da allora, ha compiuto importanti passi anche a livello internazionale per promuovere i prodotti italiani di qualità. Interessante sottolineare che ChocoAndino è suscettibile di costituire un’ottima opportunità per promuovere l’esportazione di macchinari italiani  nell’ottica del proposito del governo colombiano di espandere ulteriormente la già fiorente industria nazionale del cioccolato. Il paese intende, infatti, promuovere lo sviluppo del settore, da un lato attraverso il miglioramento della qualità del cacao e dall’altro potenziando la produzione, soprattutto artigianale, di cioccolateria ed altri derivati. La Colombia è, infatti, il principale paese consumatore di cioccolato pro capite in America Latina,  motivo per cui i maestri cioccolatieri italiani saranno i veri protagonisti della formazione mirata ad accrescere la capacità di produrre cioccolato di qualità in un paese che punta molto su questo settore e che intende  svilupparlo anche attraverso la diversificazione delle colture.

www.chocoandino.com

 

PER INFORMAZIONI ED ACCREDITI:

 

Ufficio Stampa IILA                                                           Ufficio Stampa Fine Chocolate Organization

Riccardo Scarpa                                                                 Martina Valentini

06 68492222                                                                      075 5051681

stampa@iila.org                                                                 press@finechocolate.org                                

Cell. 328.2017.422                                                            Cell.338.91.80.001

Chiudi



Vai alla pagina:  7  -  6  -  5  -  4  -  3  -  2  -  1