02

La pianta del Cacao

English: The Cocoa Plant - see below

La pianta del Cacao

Tra gli alimenti che gli spagnoli importarono dall'America (allora denominata Indie Occidentali), uno dei più apprezzati fu il cacao. Per gli Aztechi numerose permangono le testimonianze relative al consumo del cacao, poiché tutti i Conqui­statori ed i frati missionari arrivati in Messico ne comunicarono consuetudini e rituali, invece per le altre popolazioni meso-­americane, pionieri nella coltivazione del Theobroma Cacao L., sono stati rilevanti i dati archeologici, iconografici e persino chimici. Così le ricerche archeologiche attestano che gli Olmechi del Golfo del Messico - ca. 1500- 400 a.C - siano stati i primi ad addomesticare la pianta e ad utilizzare il cacao come cibo. Saranno poi i Maya, a consacrare il cacao a “Cibo degli Dei” e ad usarne i semi, similmente agli Aztechi, come nutrimento e come moneta. Dopo la conquista spagnola del Messico fiorirono straordinari testi sul cacao e la cioccolata, che compongono il ricco patrimonio librario reso fruibile dalla diffusa digitalizzazione del nostro tempo.

Descrizione:   Si presenta in forma di albero sempreverde, alto 5-10 m.

Foglie:   Foglie persistenti, alterne, ovali, con margine lievemente ondulato, lucide nella parte superiore, con picciolo fogliare dotato di articolazione che permette di orientarsi a seconda dell'intensità luminosa. Non tutte le specie di cacao hanno le foglie verdi.

Fiori:   Piccoli fiori sparsi a mazzetti, bianchi, verdi o rosei, che spuntano direttamente sul tronco o sui rami adulti; di essi solo pochi si trasformeranno in cabosside, ovvero in frutti del cacao; hanno un calice profondamente diviso, i cinque petali sono clavati, l'ovario è sessile.

Frutti:   Dall'ovario si sviluppa il frutto (cabossa) a forma di cedro allungato, di colore giallastro-verdognolo, che diventa bruno-rossastro a maturazione, con la buccia solcata da 10 strisce longitudinali e contenente da 25 a 40 semi; i semi sono immersi in una sostanza ricca di zuccheri, chiara e di consistenza gelatinosa. Il peso della cabosside è variabile fra 300 e 500 grammi, lunghezza di 10–15 cm. In casi eccezionali tale frutto può arrivare anche a 1 kg.

Continua...
X

Da Wikipedia

TEXT IN ENGLISH ------- 'THE COCOA PLANT'

Among the foods that the Spaniards imported from America (then called the West Indies), one of the most appreciated was cocoa. For the Aztecs, there are still many testimonies regarding the consumption of cocoa, because all the conquerors and missionary friars arrived in Mexico communicated customs and rituals, instead for the other Meso-American populations, pioneers in the cultivation of Theobroma Cacao L., were relevant archaeological, iconographic and even chemical data. Thus, the archaeological researches show that the Olmecs of the Gulf of Mexico - approx. 1500-400 BC - were the first to tame the plant and to use cocoa as food. Then there will be the Maya, to consecrate the cocoa to "Food of the Gods" and to use its seeds, similarly to the Aztecs, as nourishment and as a coin. After the Spanish conquest of Mexico, extraordinary texts on cocoa and chocolate flourished, which make up the rich library heritage made accessible by the widespread digitalization of our time.

Description: It is in the form of an evergreen tree, 5-10 m tall.

Leaves: Leaves persistent, alternate, oval, with slightly wavy margin, shiny at the top, leaf petiole with articulation that allows it to orientate according to the light intensity. Not all cacao species have green leaves.

Flowers: Small flowers scattered in small bunches, white, green or pink, that appear directly on the trunk or on the adult branches; only a few of them will turn into cabosside, or cocoa fruits; they have a deeply divided chalice, the five petals are clavate, the ovary is sessile.

Fruits: From the ovary it develops the fruit (cabossa) in the shape of elongated cedar, yellowish-greenish in colour, which turns reddish-brown when ripe, with the skin furrowed by 10 longitudinal strips and containing 25 to 40 seeds; the seeds are immersed in a substance rich in sugars, clear and of a gelatinous consistency. The weight of the cabosside is variable between 300 and 500 grams, length of 10-15 cm. In exceptional cases, this fruit can even reach 1 kg.

(From Wikipedia)